La mia foto
Milano - Porta Venezia ma anche il resto del mondo, Italy
Cerco di parlare un po' d'Architettura, d'Urbanistica, Arte, Lifestyle, Musica e altro anche se non ne ho le qualità

giovedì 5 giugno 2008

Italia al Nucleare





Che dire... bello il progresso, vero? Adesso l'Italia si è accorta che abbiamo una grandissima necessità di energia, e il petrolio scarseggia, sempre più...
Quindi eccoci alla soluzione del nucleare, io onestamente non so se ci siano delle soluzioni migliori (sicuramente) ma mi domandavo l'altro giorno, prima dell'incidente di ieri alla centrale slovena, quale sarà il comune che si vorrà metter nel proprio cortile il cilindrone di una centrale nucleare?

La vedo molto dura, secondo me si finirà a botte...
già mi immagino:

Casalpusterlengo, sei stato scelto.

Melfi, sei stata scelta.

Rieti sei stata scelta...

succederà il finimondo...

12 commenti:

byb ha detto...

hai elencato località a caso, vero?

perchè mi pare che i tre, siano un po' troppo sismici...

mi pare i siti possibili siano solo quelli in grigio e bianco in questa mappa:
http://img294.imageshack.us/img294/768/mappaopcm3519a52642hm3.jpg
sono poche parti della penisola...

no_cumenda ha detto...

Solo una piccola chiosetta: le torri che dici sono la cosa meno inquietante che ci sia. servono a raffreddare l'acqua che scende per gravità controcorrente rispetto a un flusso d'aria a temperatura ambiente che risale per convezione naturale (la forma della torre ha proprio lo scopo di agevolare questa risalita). E' giusto un cicinin impattante, ma potrebbero tranquillamente costruirla a Casalpusterlengo.
I reattori nucleari invece mi inquietano di più, ma visivamente parlando non danno impatto, basta un capannone industriale in stile fabrichetta del cumenda.

Skymino ha detto...

Si, le località sono dette a caso... per ribadire che tutti le vogliono, ma nessuno nel proprio giardino... come tutto del resto.

Skymino ha detto...

@ No_Cumenda: Le immagini sono solo come riferimento... come spero bene anche il fungo... :-D
Grazie per la precisazione comunque.

Aru ha detto...

il problema sta nel fatto che fonti alternative possono aiutare ma sarebbe impensabile che l'energia che ora compriamo venga prodotta unicamente da quelle. centrali solari, energia geotermica e centrali eoliche non possono soddisfare il fabbisogno energetico italiano. come dire, l'alternativa non esiste. se poi ci si aggiunge che per costruire delle centrali eoliche al sud (non ricordo bene dove) si devono fare anche lì delle battaglie, tanto vale che si faccia il nucleare. che poi, con tutte le centrali francesi, svizzere e slovene vicino al confine non c'è tanto da "sentirsi sicuri" per non aver scelto l'atomo...

Skymino ha detto...

Concordo in pieno, ma la vedo dura in italia... vedrai.

byb ha detto...

Della saga, sarà gestito tutto "all'italiana" e questo sarà il vero pericolo?
Non c'era già stato qualche precedente rischioso durante la precedente "epoca nucleare italiana"?

Skymino ha detto...

Non ricordo... Vuoi dire che finirà come con l'alitalia? Ci beccheremo sanzioni dall'Europa? Nn costruiremo una cippa di nulla, rimarremo coi debiti e col culo a terra?

(fabrizio) ha detto...

sky...siamo in disaccordo.
sul nucleare gira tanta, tanta, tanta disinformazione, spesso montata ad arte da gruppi di estrema sinistra, che di solito metto a tacere dicendogli "avete presente il mar d'aral e chernobyl? li hanno fatti i compagni".
il nucleare è sia sicuro che molto meno inquinante di tante altre proposte. inoltre, le scorie non sono tantissime. dovremmo prendere esempio dalla francia, che tratta il sistema con grande serietà e chiarezza (guarda su wikipedia alla voce Déchéts nucleaires o qualcosa di simile!). da noi si fa tanta demagogia, e il risultato sono bollette alte e, se a putin o medvedev giran le balle, rimaniamo al freddo.

Skymino ha detto...

@(fabri): Anch'io diciamo che sono favorevole, anche perché siamo circondati, ma il mio commento era solo per dire che come sempre in Italia ci si lamenta, si vogliono le novità ma basta nn siano nel mio giardino o sotto casa mia... vedrai che casini ci saranno.

(fabrizio) ha detto...

beh, se dovessero farne una a Biella o Torino non mi lamenterei, già c'è un deposito di scorie a Saluggia più quella a Trino. se dovessero esplodere, muoio lo stesso sia che abbia la centrale dietro l'angolo sia che ce l'abbia a 100 km...almeno non divento un orrido mutante alla Stalker!

Anonimo ha detto...

Bè, mi auguro che ci ripensino e trovino alternative, come tutti i paesi confinanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...