La mia foto
Milano - Porta Venezia ma anche il resto del mondo, Italy
Cerco di parlare un po' d'Architettura, d'Urbanistica, Arte, Lifestyle, Musica e altro anche se non ne ho le qualità

giovedì 13 novembre 2008

Milano - Torre Delle Arti, si parte!




Dal Sito del Comune:
Architettura e arte si incontrano
La 'Torre delle Arti' sorgerà nel quartiere intorno a via Principe Eugenio e per la sua realizzazione parteciperanno designer e artisti di fama mondiale. L'edificio principale sarà alto 96 metri e ospiterà 200 appartamenti diversi tra loro


Milano, 12 novembre 2008 – Arte e architettura trovano il loro equilibrio nella Torre delle Arti, un edifico ‘scultura’ che che sorgerà nell’area dell’ex Montedison e restituirà al quartiere intorno a via Principe Eugenio la tranquillità delle zone periferiche milanesi, aggiungendo un elemento architettonico di grande pregio.
L’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli è intervenuto oggi alla posa della prima pietra. Secondo i progettisti, il nuovo complesso dialogherà con la città grazie a similitudini e forti legami con l’architettura tradizionale milanese: le variazioni in altezza della Torre Velasca, la modernità del palazzo Pirelli, i rivestimenti in pietra, le scanalature in ceramica smaltata, i giardini pensili di alcune case di Milano.

“Condensatori di nuove realtà urbane – ha detto Masseroli – le torri, per la loro presenza prorompente, sono sempre state molto discusse e costituiscono un eccellente punto di partenza per il dibattito sulle trasformazioni urbane. Lo sviluppo di Milano oggi poggia su una certezza: crescere in altezza non fa paura. Milano più verde, Milano più bella, Milano più internazionale: non solo per l’autorevole presenza di grandi architetti, ma specialmente perché la nostra città torna ad essere guardata come modello dalle grandi capitali del mondo”.

Alla realizzazione della Torre delle Arti collaboreranno designer e artisti di fama internazionale che faranno dialogare cultura e architettura, con un programma di interventi che resteranno di proprietà del condominio.
Si potranno, per esempio, ammirare le sculture di Giuliano Vangi, Arnaldo Pomodoro e Mario Ceroli, le istallazioni di Nicola De Maria e le opere dei pittori della scuola di Giovanni Testori, come Giovanni Frangi.
Chi abiterà nella Torre diventerà protagonista di un’esperienza unica: condividere con l’arte il valore della casa che si abita.
Il progetto prevede anche spazi aperti ai cittadini, luoghi che diventeranno occasione per immergersi nell’arte e nella cultura, come ad esempio ‘la piazza della poesia’, che occuperà l’area attorno alla Torre e che sarà caratterizzata da pavimenti incisi con brani di famosi poeti e letterati di tutti i tempi.
È prevista l’edificazione di un insieme armonico composto da due edifici: un volume più basso di circa 40 metri, che si allinea agli edifici circostanti lungo via Principe Eugenio, e un edificio a torre, che raggiunge i 96 metri di altezza, per ospitare in tutto oltre 200 appartamenti, uno diverso dall’altro. Al piano terra troveranno posto la hall di accesso alle residenze e servizi commerciali.


Questo progetto mi piace molto, la trovo unica e dinamica, protettiva (il materiale dovrebbe essere pietra, una specie di involucro che la ricopre e la protegge) ed importante, sicuramente diventerà uno dei nuovi simboli della città.
Le demolizioni sono terminate e gli scavi sono iniziati...

7 commenti:

byb ha detto...

è uno degli progetti che mi mi piace. emotivamente.


però ho visto in giro una pubblicità per la vendita degli appartamenti, che ho trovato tremenda.
ma forse dovrei rileggerla.

Skylark ha detto...

Solo un dubbio, ma la viabilità circostante (strade, parcheggi, mezzi) è stata studiata o si costruisce e basta, poi sarà quel che sarà?

Skymino ha detto...

Beh, credo facciano un bell po di parcheggi sotto la torre.

Anonimo ha detto...

Credo sia il più bel palazzo residenziale che stanno costruendo a MI.Non avrò mai i soldi x comprarmi un appartamento lì ma è vicino casa e anche passarci davanti, una mattina nuvolosa magari, sarà bello

nazareth

Stefano Manera ha detto...

è con vero piacere annunciare, in tutti questi blog entusiasti per la costruzione di nuovi grattacieloni nel cuore di Milano, che la tanto invocata, attesa e celebrata "Torre delle Arti", non vedrà mai la luce, poiché il tutto s'è rivelato un misero bluf e la società costruttrice è fallita portando con sè i soldini degli ignari, quanto sprovveduti, acquirenti dei prestigiosi appartamenti da 12.000 euro al metro.
E l'Expo è vicino... ciao a tutti.

Gianluca ha detto...

Ciao, mi sai dire in quale numero di Area posso trovare l'articolo sulla Torre delle Arti? Grazie!

Skymino ha detto...

Oddio, ricordo che era su l'Arca, ma il numero non me lo ricordo, oramai il progetto è naufragato...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...